Oltrecorrente


Evidenza e verità

n. 5, giugno 2002
Oltrecorrente n. 5


Evidenza sensibile, relazione primaria che istituisce il nostro mondo; evidenza pragmatica, intersoggettiva, necessaria per muoversi nel mondo; evidenza che appartiene a un corpo teorico consolidato e che guida lo stesso campo intuitivo. E verità che cerca i suoi orizzonti di evidenza o che, al contrario, sospetta di una evidenza come ostacolo che impedisce di mutare l'ordine del linguaggio. Evidenza che si identifica con la verità nella memoria del corpo o nel silenzio della città. Un intrico tematico che la filosofia percorre in più direzioni con esiti differenti e che è, contemporaneamente, nella grande tradizione e nella possibilità del nostro pensiero.



Sommario

  • Carlo Sini, La spada di Alessandro
  • Giovanni Bottiroli, Le scissioni dell'alfa privativo. Per una concezione modale della verità
  • Evandro Agazzi, Verità ed evidenza
  • Gianfranco Dalmasso, Hegel e la scienza dell'origine
  • Luisella Feroldi, L'evidenza 'ritrovata': per una fenomenologia dell'individuale
  • Claudia Bianchi, Evidenza ed Errore: il Principio di Carità
  • Carlo Tatasciore, Heidegger e la caverna: variazioni sul tema
  • Luca Vanzago, L'evidenza e l'ambiguità. Merleau-Ponty e la fede percettiva
  • Nicla Vassallo, Problemi dell'evidenza
  • Telmo Pievani, Genetica dell'imprevedibilità. Il genoma senza segreti e altre illusioni
  • Luca Pinzolo, L'immediato, l'evidente (su Bergson)
  • Michele Abbate, Il "superamento" di Parmenide: il fondamento ineffabile di "evidenza" e "verità"
  • Matteo Vegetti, La cura dei segni. Heidegger e il problema dell'evidenza segnica nei Prolegomeni al concetto di tempo
  • Vittorio Morfino, L'epoca dell'immagine del mondo: evidenza o adeguazione

Marginalia

  • Ilaria Dal Canton, La nostra seconda modernità: rischi, riflessione, globalizzazione
  • Augusto Illuminati, Etica in stato di arresto

Recensioni

  • M. Walzer, Ragione e passione. Per una critica del liberalismo (i.d.c.)
  • G. Simondon, L'individuazione psichica e collettiva (M. Galbiati)
  • D.H. Kahnweiler, La via al cubismo. La testimonianza del gallerista di Picasso (e.g.)
  • M. Hardt, A. Negri, Impero. Il nuovo ordine della globalizzazione (t.p.)
  • S. Natoli, Stare al mondo (f.p.)